Disclaimer

I trend per il balcone - Vita sul balcone

Published on 1/26/2017 by Giardina

Sempre più spesso in città balconi, piccole terrazze e mini giardini si trasformano in oasi verdi. In continua ascesa è anche il trend dell’urban gardening e dell’urban farming. All’edizione 2017 di Giardina, i professionisti del settore mostrano come spazi esterni di modeste dimensioni possano essere valorizzati con soluzioni innovative e vissuti tutto l’anno. Nell’apposita area tematica, i visitatori troveranno ispirazioni, piante, prodotti e accessori per tramutare persino gli spazi più piccoli in un idillio di relax e coltivazioni. Il maggiore evento indoor a livello internazionale dedicato alla vita in giardino si svolgerà dal 15 al 19 marzo 2017 alla Fiera di Zurigo.

L’oasi verde necessita di un’attenta progettazione
Kathrin Stengele di Fior di Terrazza si è specializzata nell’allestimento di balconi e piccole terrazze. Ecco i suoi consigli per un ambiente esterno verde dall’aspetto vivace: «Riflettete su come intendete utilizzare la vostra terrazza e su quanto tempo potete impegnare per la cura delle piante. Potreste eventualmente scegliere un tema e svilupparlo con mobili, accessori e colori. Per la vegetazione, idealmente bisognerebbe puntare su sempreverdi, arbusti fioriti, erbe e piante perenni. Questo allestimento di base può essere integrato a piacere con fioriture primaverili e fiori stagionali. Consiglio anche di investire in vasi di qualità, da circondare di mobili leggeri a scomparsa. Per il pavimento si può optare tranquillamente per un tappeto colorato riservato alla terrazza. Create un collegamento tra l’interno e l’esterno e, quando c’è bel tempo, spostate il fulcro della vostra vita all’aperto.»

Quinoa & co. nell’orto del proprio balcone
Il trend dell’urban gardening è in continua ascesa: chi vive in città vuole piantare, raccogliere e gustare i propri prodotti. Nelle mini aiuole coltivabili di Hochbeet Sager oppure nei colorati sacchi in tessuto e feltro di sackgsund.ch, ora molto in voga, si possono far crescere insalate, erbe aromatiche, pomodorini e ravanelli utilizzando sementi e piantine bio – persino su un balcone da otto metri quadrati. Afferma Gudrun Ongania di VEG and the City: «Attualmente sono di gran moda piante utili decorative che non si riterrebbero capaci di vivere in un vaso, come quinoa, mais nano dalle pannocchie viola e l’amatissimo cavolo riccio. I clienti richiedono la maggior varietà di specie possibile per piccoli spazi, auspicando ottimi risultati con qualche nozione di base e consiglio degli esperti», aggiunge Ongania, specialista in giardinaggio biologico urbano. Grazie ad articoli innovativi di aziende come WormUp o Wildbiene + Partner, si può contribuire anche alla biodiversità. Mentre le api selvatiche impollinano anche i fiori dei balconi vicini, nei contenitori decorativi di compostaggio WormUp i vermi trasformano i rifiuti biologici di casa – il tutto senza odori. A Giardina 2017 i visitatori possono trarre ispirazione dalle tendenze attuali di urban gardening e acquistare direttamente prodotti per la propria oasi verde.

Piante: di carattere, possibilmente
Secondo Patrick Daepp di Erlebnisgärtnerei Gartenpflanzen Daepp (Münsingen BE), per creare un ambiente naturale su balconi e terrazze è fondamentale scegliere piante di carattere. «Grazie a piante decorative che fioriscono assumendo affascinanti tonalità in autunno, si può vivere con intensità l’alternarsi delle stagioni», sostiene l’esperto, che gestisce il più grande vivaio dell’Altopiano svizzero. Gärtnerei Schwitter propone piante decorative esotiche: carpini bianchi, alberelli di ginkgo e aceri giapponesi fungono da ombrelloni viventi, fornendo un ombreggiamento naturale non solo ai giardini, ma anche a balconi e terrazze. «Gli aceri giapponesi sono splendidi in tutte le stagioni», spiega Roman Schwitter. «In inverno a catturare l’attenzione è la loro struttura pittoresca, in primavera gli scintillanti germogli verde chiaro o arancio, in estate le foglie eleganti e in autunno le sfumature luminose che spaziano dal giallo al rosso rame», afferma l’esperto di Inwil LU.

Vasi: le nuove star

Oggi si può scegliere tra vasi dei materiali più diversi. Utilizzando il vaso giusto si valorizzano al massimo le singole piante. Le calde tonalità ramate conferiscono all’ambiente esterno un tocco glamour, una prerogativa finora riservata quasi esclusivamente ai raffinati accessori per la casa. Produttori come Metallico interpretano questa tendenza offrendo, oltre ai tradizionali vasi in metallo, anche varianti in ottone, oro o rame. Gli amanti dell’industrial chic optano invece per i vasi in fibrocemento di Eternit, che colpiscono per il loro design senza tempo. Questi prodotti regolano l’umidità, sono traspiranti e riciclabili al 100%. I bei vasi in legno creano immediatamente un’atmosfera calda e naturale: da Holzbau Wirth se ne trovano di tutte le dimensioni.

Mobili da giardino: vintage e chic retrò

Le tendenze attuali dell’arredamento d’interni si ritrovano anche nell’allestimento degli esterni. Mobili vintage, articoli per la casa datati e combinazioni di legno e metallo creano un clima caldo e accogliente su terrazze e balconi. I designer di altrimenti, ad esempio, conferiscono un nuovo look ai vecchi mobili da giardino donando loro una seconda vita. Per l’esperto Andreas Schedler di Hauenstein AG si riscontra una certa nostalgia in giardino. «Gli oggetti da giardino del passato, come gli elementi in zinco o i prodotti usati in legno vintage, richiamano alla mente la semplicità della vita contadina di altri tempi. Le antiche vasche in zinco vengono utilizzate per piantare erbe aromatiche, anche se il balcone si trova nel cuore della città. Per realizzare uno spazio dall’aspetto naturale si scelgono piante perenni robuste dalle generose fioriture, attualmente più in voga rispetto ai fiorellini estivi», spiega Andreas Schedler.

Legno: un evergreen versatile
Il legno, elemento naturale per eccellenza, è più richiesto che mai per l’allestimento di balconi e terrazze. Con questo materiale, infatti, la vita all’aperto è ancora più confortevole. La singolarità della venatura di ciascun ceppo rende ogni oggetto un pezzo unico. A motivare l’intramontabile successo di questo materiale sono sicuramente anche la sensazione di calore e il legame con la natura trasmessi dagli elementi di design in legno. In estate una griglia per pavimento su misura assorbe il calore proteggendo i piedi, mentre in inverno il legno emana calore contribuendo a evitare che le belle piante da vaso siano danneggiate dal gelo. «È possibile realizzare un’apposita griglia in legno persino per un mini balcone di un metro quadrato», afferma H.R. Baumann, titolare della Baumann & Helbling di Gebertingen. «Il legno Accoya, prodotto in modo sostenibile e lavorato nella nostra azienda, è privo di nodi e non si scheggia nemmeno dopo molti anni di utilizzo». Se necessario, gli specialisti delle terrazze forniscono anche paratie e sistemi di isolamento acustico ad hoc: i complessi lavori di montaggio sono parte integrante del servizio offerto.

Elenco degli espositori presentati:
•    altrimenti, Flurlingen
•    Baumann & Helbling, Gebertingen
•    Erlebnisgärtnerei Gartenpflanzen Daepp, Münsingen
•    Eternit, Niederurnen
•    Fior di Terrazza, Berna
•    Gärtnerei Schwitter, Inwil
•    Hauenstein AG, Baar/Rafz/Zurigo
•    Hochbeet Sager, Gontenbad
•    Metallico, Littau
•    Sackgsund.ch, Neukirch-Egnach
•    Veg and the City, Zurigo
•    Wildbiene + Partner, Zurigo
•    WormUp, Zurigo


Download pictures



Downloads

Published under: