Giardina

Tendenze dei giardini all’insegna del cambiamento

Published on 1/31/2019 by Giardina

La lunga estate del 2018 ha posto gli spazi all’aperto al centro della nostra quotidianità e ha risvegliato la consapevolezza di una cura del giardino efficace ed efficiente. «Come organizzatori di Giardina affrontiamo temi di interesse sociale e settoriale e, allo stesso tempo, ci soffermiamo sugli incredibili sviluppi tecnologici rivolgendo lo sguardo al futuro», afferma Christoph Kamber, Exhibition Director di Giardina. La corrente edizione di Giardina tratterà infatti due questioni di grande attualità: la crescente esigenza di personali spazi abitativi all’aperto e l’impiego di soluzioni tecnologiche e digitali nella costruzione e cura dei giardini. 

«Luoghi ideali»: un piccolo paradiso nel proprio giardino
Il clima più mite accresce l’importanza di giardini e spazi esterni nella vita di tutti i giorni, stimolando il desiderio di un «luogo ideale» all’aperto concepito per essere vivibile. In occasione dell’evento Giardina di quest’anno, rinomati garden designer e volti nuovi daranno prova della loro arte con spettacolari esempi di giardino in scala 1:1, dimostrando come dar vita a superfici, nicchie e angoli di paradiso naturale grazie a una sapiente piantumazione, un raffinato sistema di illuminazione e arredi scelti con cura. Il tutto personalizzato in base alle esigenze specifiche della clientela, a seconda che desideri un luogo di pace e tranquillità, per il tempo libero e gli hobby o piuttosto per organizzare delle feste in compagnia. «Sono molti i clienti che desiderano un’oasi incantata, che trasmetta loro un senso di protezione», dichiara Peter Richard di Winkler Richard Naturgärten, ideatore di un personalissimo giardino dei sogni realizzato in occasione della sua 20ª partecipazione a Giardina. 

Tecnologia e digitalizzazione: il futuro chiama

La tecnologia e la digitalizzazione si fanno spazio nella progettazione, nell’allestimento e nella cura del giardino, assumendo la stessa importanza che ricoprono all’interno di un’abitazione. Giardina 2019 darà modo ai principali produttori di dimostrare l’utilità della tecnologica in giardino: che si tratti di sistemi di smart gardening completamente automatizzati, di efficienti tecnologie per piscine o di illuminazione solare a risparmio energetico, le soluzioni moderne permettono anche a chi non è del settore di curare il proprio giardino in maniera semplice ed efficiente in termini energetici e di risorse. 

Il gruppo «The Visionaries» si spinge ancora oltre e, con il progetto «Digital Garden», affronta il tema della pianificazione digitale e dell’allestimento degli spazi esterni. 14 innovative imprese accompagneranno i visitatori in un viaggio interattivo attraverso la creazione di un giardino, dalla progettazione e costruzione fino alla realizzazione. Il garden designer Rolf von Burg metterà invece in atto la sua visione di sostenibilità e presenterà un progetto di un giardino che ingloba con eleganza tecnologia solare ed elettrotecnica. 

Giardina 2019: un’attesa carica di gioia
Uno dei punti salienti dell’attuale edizione di Giardina è il giardino giapponese di 400 m2 reinterpretato in chiave occidentale dal garden designer tedesco Reinhold Borsch in occasione della sua terza partecipazione alla manifestazione. In base al tema conduttore dell’edizione di quest’anno, i visitatori si aspettano numerose idee per il loro «luogo ideale» e piccolo rifugio in giardino, sulla terrazza o sul balcone. Berger Gartenbau invita così in un suggestivo giardino notturno con un sofisticato sistema di illuminazione, un rigoglioso tappeto di piante e zone lounge di Livingdreams. STOBAG si lancia in un progetto ambizioso e ricrea i «luoghi ideali» più disparati. L’Associazione svizzera imprenditori giardinieri JardinSuisse realizza un «luogo ideale» pubblico servendosi di raffinati elementi in legno e una vegetazione rigogliosa. Ulteriori highlight recano la firma di Gartist e F Design – che hanno fatto il loro debutto all’edizione Giardina dell’anno scorso – e Trüb für Grün AG, più volte vincitore del GiardinaAWARD. A illustrarci come trasformare balconi e piccole terrazze in veri e propri spazi di raccoglimento ci pensano i tre grandi vivai Hauenstein AG, Gartenpflanzen Daepp e Schwitter insieme all’esperta di allestimenti Kathrin Stengele, i quali presenteranno un agglomerato con numerose idee per le piante e sette esempi di balcone con arredi a tema.

Downloads

Published under: